Archivi tag: chitipaca

Stamattina ho battuto forte la testa e sono rinsavito

Senza-titolo-800x540 (1).jpg

La prego Gnech, non faccia torto alla sua intelligenza difendendo l’indifendibile. Persino Calabresi su Repubblica parla di «furbizia e immaturità»! Alt! Fermi là, risparmiamo energie e banda. Io non voglio difendere proprio nulla, anzi. Sono indignato quanto e più di voi. Sarà per quello scivolone in bagno, stamattina. Che capocciata. Ma mi è servito, eh. Ora so. Ora capisco. Questo governo fotocopia è l’ultimo schiaffo che il Popolo possa sopportare. Una cosa invereconda, proprio. Ora, io non so se ci credano fessi a tal punto. Mi viene il dubbio che i fessi siano loro e che stavolta abbiano firmato la loro condanna definitiva. E pensare che la maggioranza degli Italiani era così ben disposta sino a ieri, tanto da soprassedere all’immolazione dei piddini agli dei del Popol Vuh proposta da Dibba. Renzi e i suoi avevano la possibilità di salvarsi e l’hanno gettata così. Arroganti maledetti. Dice: voi avete rifiutato l’ipotesi del governo di unità nazionale. Eccolo lì. Eccolo lì il verme piddino, il ratto disgustoso. Guarda che i cittadini non sono tonti come credi tu, hanno capito benissimo il trappolone! Il PD voleva coinvolgere i cittadini nei loro sporchissimi giochi, trascinarci tutti nella fanga con la scusa delle urgenze, delle scadenze, delle sofferenze (sì, quelle delle banche, mica quelle del popolo!), degli impegni internazionali…Col ciufolo che la gente ha voglia di mischiarsi con questa manica di fetenti, in un governo che rappresenta solo le élite, il grande capitale, la finanza internazionale, gli speculatori, gli affamatori, i cosmopoliti, gli intellettuali decadenti, i teorici del gender, il Bilderberg, la CIA, i massoni, i sionisti, i negri, i cinesi, la Monsanto, i petrolieri, Big Pharma, i seminatori di scie chimiche. COL CIUFOLO! Il Movimento Cinque Stelle e gli altri Difensori della Costituzione erano stati chiarissimi: Renzi non si dimetta, anzi sì, ma non subito, anzi si vada a votare immediatamente con l’italicum, o meglio un legalicum – «italicum male, legalicum bene», ripetiamolo assieme. Lo scrive la Consulta, no? Decidono il 24 gennaio e il 25 si può votare. Il resto sono chiacchiere. Al limite, un «governo del Presidente» poteva essere un compromesso accettabile. Ma si sa che Mattarella è la marionetta di Napolitano. Due traditori, come lo stesso Gentiloni, che ha regalato tutto il Tirreno compresa l’Elba ai Francesi. Ah no? Ma ce l’avete facebook? Sveglia! Lo sapete chi è Gentiloni? Gentiloni è il classico radical chic, però anche democristiano. Cioè era democristiano ma stava con Capanna, ed è pure di famiglia aristocratica. Portava il loden nel ’68, ho detto tutto. E’ ammanicatissimo, ha pure uno zio papa! Che schifo. Se proprio avessero voluto salvare almeno l’apparenza, avrebbero potuto cambiare i nomi. Guardate che c’era la fila, la fila c’era, per i ministeri. Scusate, ma chi non farebbe a gara per partecipare a un governo elettorale? Invece l’unico a sparire – per finta – è Renzie. Ma poi la Boschi, ma dico, va bene la palla del «se perdo, lascio la politica», del resto quelle son cose che si dicono, l’aveva detto pure Beppe dopo le Europee, ma nominarla ancora dopo che la sua schiforma è stata bocciata! Ovvio, Renzie gli ha tenuto una poltrona perché lei è la sua amante, si sa…o forse è l’amante di qualcun altro, ancora più potente, anzi forse è lei quella davvero potente, ma sì, dev’essere così, quel bel visino lì nasconde qualcosa, è tutta una maschera, è tutta un’apparenza per coprire un volto mostruoso, questa è come Selma Hayek in Dal tramonto all’alba, ve lo dico io!!! Ah, ma li sistemiamo per le feste noi, questi vampiri, vedrete!

Contrassegnato da tag , , , , , ,