I libertari secondo Velardi & Rondolino

Uh, quanto mi piacciono quei due. Anche senza leggere il loro blog, prima o poi i cerchi prodotti dai sassetti che la coppia lancia nell’acqua stagna della chiacchiera politica arrivano a sfiorarti.  Velardi & Rondolino – the dynamic duo – hanno detto che c’è bisogno di un nuovo giornale in Italia, un foglio che possa finalmente rappresentare “quelli che lottano contro le tasse” [sic]. Dicono che vogliono fondarlo loro e che lo chiameranno “Il Libertario”. Ma che bello, come quel vecchio settimanale anarchico che si stampava a Spezia. Forse hanno confuso il libertarian di tradizione USA con il libertario che, in Italia e in gran parte d’Europa, si associa ad una famiglia politica affatto diversa? Ma va là, come direbbe il libertario (in quanto garantista) Ghedini, vuoi che non lo sappiano, con quei capoccioni che si ritrovano? Lo sanno, lo sanno. E’ che sono loro a creare il lessico, e noi nun semo un cazzo. Got it?

Prendete quindi nota, bimbi: da oggi, in Itaglia, gli opportunisti e i traffichini più furbi si chiameranno LIBERTARI.