Sidney Lumet 1924-2011

(non so se Quinto Potere/Network sia il suo miglior film, e nemmeno il più popolare. Ma siamo in Italia, e non vi devo spiegare il perché una storia sul potere della televisione ci interessi così tanto).

Lumet era un grande regista di cinema cresciuto sul palcoscenisco (era figlio di Baruch, attore dell’Yiddish Art Theatre di New York) e in televisione (la fiction dal vivo della CBS degli anni ’50) prima di approdare agli studios, dove aveva portato un nuovo modo di girare e lavorare con gli attori e un senso critico del quale il cinema odierno avrebbe un gran bisogno.  Qui un’intervista a Lumet per il DGA Quarterly (la rivista del sindacato dei registi cinematografici d’America), qui una bella intervista video risalente a una decina d’anni fa.